My default image

Sanremo live...in conferenza stampa con Enrico Ruggeri

News dalla sala stampa...ecco un po' di pillole live, ora al Palafiori di Sanremo.

In conferenza stampa con ENRICO RUGGERI

ruggeri

Nella tua carriera hai collaborato con tantissimi artisti. Con chi vorresti avviare un nuovo sodalizio artistico?

Ho sempre scelto i miei collaboratori musicali in base alle affinità con le persone...affinità che diventano musica! Non amo le collaborazioni a tavolino, aspetto di incontrare persone nuove con cui creare qualcosa di interessante!

Torneresti all'Eurovision?

È stata una delle più belle esperienze della mia vita e ci tornerei di corsa. Un incontro di culture fantastico, una settimana stupenda. Io andai nel '93 in Irlanda e ho avuto pure l'opportunità di fare un giro in elicottero e visitarla!

Il tuo brano esemplifica molto la tua carriera e al suo interno è presente la dimensione del ricordo. Che legame ha con la sfera sensoriale?

La canzone parla di tutte le prime volte, di tutte le sensazioni e dei ricordi. Le emozioni coinvolgono sempre tutti e 5 i sensi che in me, per fortuna, sono tutti abbastanza funzionanti!

Qualche anno fa hai vestito i panni del giudice in un talent. Un commento sui giovani in gara quest'anno.

Ho visto i giovani da casa durante la finale di Sanremo Giovani a novembre e mi sono piaciuti molto. Ermal Meta è uno molto forte e anche Francesco Gabbani. Ci sono dei progetti molto interessanti! Onestamente non li invidio perché prima le case discografiche ti davano più tempo per ingranare...oggi si è costretti a piacere al primo singolo.

Com'è iniziata la recente avventura di speaker radiofonico?

A me piace raccontare qualcosa agli altri: lo faccio tramite la musica, attraverso la TV e i libri…ora radio. In radio però riesci a mantenere alto il livello e a fare qualcosa con una qualità che invece la TV non ti consente. Il pubblico è più attento e ti premia.

In questo momento senti un bisogno di tornare alle origini?

Non è facile andare in studio per il 32º album. Io scelgo di fare ciò che mi sento e probabilmente ogni tanto quando scrivo i pezzi, il primo amore si ripropone!