My default image

Quello che resta di un sogno. I colori di Amsterdam, la Venezia del Nord.

Quando penso al mio viaggio nella Venezia del Nord mi vengono in mente tutte le volte che mi trovavo ad aspettare il metrò alla stazione di Waterloo e con assoluta spensieratezza mi mettevo a cantare la celebre canzone degli ABBA:

«♪…Waterloo - I was defeated, you won the war
Waterloo - Promise to love you forever more
Waterloo - Couldn't escape if I wanted to
Waterloo - Knowing my fate is to be with you
Waterloo - Finally facing my Waterloo…♪»

Ricordo le bellissime luci regalate dal sole di fine novembre sui canali, e le luci colorate sparse per la città che annunciavano il vicino Natale.

Dentro la mia testa, come in un labirinto in cui Arianna perde il filo, la memoria si trasforma in una visione onirica. È così che ripenso ad Amsterdam. Un bel sogno dal quale poi mi sono svegliata.

Tra le lettere delle città

Insieme, sopra ogni cosa

«Ciò che l'occhio è per il corpo, la ragione lo è per l'anima.» - Erasmo da Rotterdam

La luce negli occhi, la luce sul mare

Sempre in gamba

Non importa dove

«Il reciproco amore fra chi apprende e chi insegna è il primo e più importante gradino verso la conoscenza.» - Erasmo da Rotterdam

Un ponte verso la notte

Riflessi d’arte - Rijksmuseum

Autunno dal metrò

«L'unico fatto certo è che senza il condimento della follia non può esistere piacere alcuno.» - Erasmo da Rotterdam

Dare colore ai giorni – Casa di Rembrandt

Il tramonto dalla terrazza

Metamorfosi: non sarà più come prima

Approfitta del tuo tempo

Prospettive luminose – Oude kerk

«Tutta la vita umana non è se non una commedia, in cui ognuno recita con una maschera diversa, e continua nella parte, finché il gran direttore di scena gli fa lasciare il palcoscenico.» - Erasmo da Rotterdam

Altrove ma sempre qui – Ristorante greco