My default image

Homicide House, teatro di sangue e filosofia

A cosa può portare una bugia? Segreti, debiti e sentimenti malati condiscono l’atmosfera di Homicide House. Un macabro gioco che a fronte di un’apparente salvezza per il protagonista, o meglio per la sua famiglia, si rivela infine un massacro collettivo.
L’ossessione di apparire più danaroso di quanto non fosse, la costante ricerca di dimostrarsi migliore agli occhi della moglie, porteranno Uomo dentro una spirale destinata a diventare una condanna per se stesso e per chi gli sta accanto.

I personaggi sfiorano il surrealismo: l’usuraio (Luca Cattani) che dichiara il suo amore per la bella e sadica Tacchi a spillo (Valeria Perdonò), quest’ultima che, mossa da una forte solitudine interiore, trova solo nel piacere della tortura e dell’omicidio un appagamento. E poi la coppia sposata, Uomo (Marco Maccieri) e Donna (Cecilia Di Donato), legati da un sentimento colorato da luci e ombre. Una fittizia perfezione che si sgretola sotto il peso delle menzogne e che vede nel perdono l’unica soluzione per andare avanti.

Il testo di Emanuele Aldrovandi, vincitore del Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli nel 2013, prende vita grazie alla regia di Marco Maccieri e agli attori della compagnia MaMiMò. Una riflessione filosofica sul valore della verità e della conoscenza dell’altro, concetto che viene rimarcato mettendo in evidenza la differenza tra il Conoscere e il Conoscere Veramente. Un improbabile business di sangue destinato a riempire i vuoti di facoltosi personaggi senza volto che si nutrono di dolore e morte. L’intero spettacolo è una tragedia annunciata che non lascia spazio al lieto fine. Costantemente sospese su una corda, le vite dei personaggi si interrompono improvvisamente, spinte nel baratro da una mano assassina e suicida allo stesso tempo.

La struttura del testo, composto da accesi dialoghi e monologhi che creano una forte interazione col pubblico in sala, fa sì che la performance risulti fluida e dinamica al di là degli schemi filosofici che la sostengono.