My default image

Follemente geniale e genialmente folle: creatività e disturbi psichici

Genio e follia è un binomio noto. Ma si tratta solo di un modo di dire? Qualche giorno fa mi sono imbattuta in un interessante articolo scientifico (in chiusura troverete il link per poter leggere il report dello studio effettuato) che ha esplorato il legame genetico tra creatività e disturbi psichici.

Dali

Dietro un'indole artistica sembra esserci infatti una latente predisposizione a patologie come bipolarismo e schizofrenia (inizio a spiegarmi una serie di cose in merito alla mia persona...).
La correlazione esiste ed è evidente soprattutto tra i geni alla base della schizofrenia e l'inclinazione per la scrittura, la musica e le arti visive.

schizofrenia

La ricerca, attraverso calcoli statistici, ha dimostrato che gli individui del campione analizzato che hanno ottenuto i punteggi più alti nella schizotipia positiva tendono ad avere punteggi più alti nell'autoefficacia creativa, nell'identità personale creativa e nel concetto di sé creativo.
Un'ulteriore indagine connessa a questa ricerca aggiunge degli spunti chimici (la faccenda si complica!). La creatività artistica potrebbe essere influenzata anche dalla quantità di dopamina prodotta dal cervello. Questo neurotrasmettitore è infatti responsabile dello stato di eccitazione del nostro organismo, condizione psicofisica di quelle persone che hanno un maggior bisogno di esplorare sensazioni ed emozioni. La produzione di idee, pertanto, sembra essere direttamente proporzionale alla produzione di dopamina.

neuroni

Oltre la sfera puramente artistica, la creatività è estesa anche ad altri ambiti, da quello matematico a quello degli affari, della fisica, etc. ma questo è ovvio...ça va sans dire!
Mi piacerebbe concludere questo post citando l'articolo di cui vi ho accennato all'inizio e che potete leggere cliccando qui.

«I creativi hanno menti disordinate. Ecco perché le persone stravaganti spesso sono quelle che cambiano il mondo.»

geni